Ostello Residenza Cerqueto
Via del Tordo, 87 - Terni
tel: +39 0744 30 30 17
mobile: +39 329 86 11 051

Terni e dintorni

Terni, un pò di storia

La città di Terni è uno dei centri abitati principali dell'Italia Centrale e dell'area appenninica. I primi insediamenti nel territorio costituito dall'odierna Terni risalgono a tempi antichissimi. Un popolo umbro-sabino, di cui ancora oggi sono presenti i resti nella zona della Maratta, si stabilì lungo la valle del fiume Nera 800 anni prima della nascita di Cristo.

Intorno all'anno 300 a.C. la potenza dell'Impero Romano fondò una colonia in territorio nequinate, presso Narni, col nome di Interamna. Il popolo Romano raggiunse presto un notevole prestigio sia grazie alla posizione strategica che alla copiosa presenza di risorse idriche presenti sul territorio, oltre al già citato Fiume Nera, Terni si sviluppa in un territorio alla confluenza della Valnerina e della valle del Velino, dove i fondovalle intersecano gli importanti corridoi naturali appenninici come la valle del Naia, il medio valle del Clitunno e la Tevere, storicamente attraversati dalle principali vie di comunicazione dell'Italia centrale.

Per tutta l'età moderna la conca ternana non fu altro che una città di piccole dimensioni della campagna umbra, fino a quando, nel XIX secolo, lo sviluppo industriale e ferroviario e l'istituzione della provincia di Terni, portarono la città in breve tempo a un radicale cambiamento della sua economia e dei suoi equilibri sociali. Ad esempio nel 10 marzo 1884 viene fondata la Società degli Alti Forni, Fonderie e acciaierie di Terni, oggi conosciuta come AST, che segna un cambiamento epocale nel settore della metallurgia e della siderurgia in Italia e a Terni.

Terni, la città degli innamorati

Intorno all'anno 1600 viene realizzata la Basilica di San Valentino, che porta il nome del vescovo di Terni, martire, santo patrono della città e protettore degli innamorati nel mondo, il quale visse nel III sec. d.C. nella città di Terni. I festeggiamenti durano tutto il mese di febbraio anche se il giorno di festa patronale a Terni si celebra il 14 febbraio di ogni anno. Nel mese valentiano si susseguono attività ed eventi religiosi e culturali per festeggiare San Valentino, adatti a un vasto pubblico che desidera esprimere la propria gioia in occasione della festa dell'amore.

Terni e la via Francigena

L'ostello Residenza Cerqueto di Terni si trova lungo la Via Francigena, un itinerario storico di 1.600 chilometri che da Canterbury portava a Roma. In passato questa via maestra era percorsa prevalentemente a piedi da migliaia di pellegrini in viaggio per Roma. Ogni giorno percorrevano circa 20 chilometri verso i luoghi santi della religione cristiana. Continua a leggere...

Terni e la cascata

La Cascata delle Marmore è una meravigliosa opera di ingegneria di epoca romana sulla natura per deviare le acque del fiume Velino che defluiscono dal lago di Piediluco e si tuffano con fragore nella sottostante gola del Nera creando uno scenario spettacolare. Si trova quasi alla fine della Valnerina, lungo la valle scavata dal fiume Nera, in prossimità della frazione di Marmore e a nemmeno 8 km di distanza da Terni e dal nostro ostello. Continua a leggere...

Terni e il lago

Il lago di Piediluco sorge ad est di Terni vicino al confine con il Lazio ed è il secondo bacino lacustre dell'Umbria dopo il lago Trasimeno. Si trova ad un altezza di 375 ed è circondato da colline verdeggianti. La sua orgine, di tipo alluvionale, risalirebbe al periodo in cui si formò l'antico bacino del "Lacus Velinus". Il suo nome può essere tradotto come "ai piedi del bosco sacro". La fauna ittica del lago risulta essre numerosa con specie per lo più abbastanza comuni tra cui la tinca, la trota, il luccio, il persico reale, la carpa, l'anguilla. Intorno al lago e sulle colline circostanti crescono fitti boschi di leccio, pino d'aleppo, cerro, castagno, carpino Bianco e nero, roverella. Il lago di Piediluco si caratterizza per non essere soggetto a forti venti e per la relativa calma delle sue acque. Questi motivo hanno contribuito a farlo diventare un luogo ideale sia per gare nazionali e internazionali che per allenamenti di cannotaggio. Così venne scelto dalla Federazione Italiana Canottaggio come sede del Centro Nazionale Remiero. Vi alloggia stabilmente la Nazionale Olimpionica di Canottaggio.